Guida alle scritte delle tue Nozze: 5 passi.

Le Tipografie hanno tantissimi modelli preconfigurati tra cui scegliere, ma se volessi apportare delle modifiche oppure portare un qualcosa di totalmente personalizzato potresti trovarti nella confusione più totale. Ci sono, infatti, diverse cose da considerare e che sarebbe meglio decidere prima di entrare in tipografia.

Ecco per te una piccola guida:

1) Scegli un font d'effetto, ma anche comprensibile

L'errore che spesso noi tutti facciamo è quello di innamorarci dei ghirigori decorativi delle lettere e non prestare la giusta attenzione alla leggibilità del testo.
I font molto decorati, allungati o schiacciati sono infatti difficilissimi da leggere!
Finché si tratta di un banale invito, va anche bene; ma perché condannare i tuoi invitati ad un abbonamento pluriennale dall'ottico per leggere i pasti del Banchetto di Nozze?
Esistono infatti tantissimi caratteri graziosi, raffinati o decisi capaci di conquistare occhio e mente.
Qui trovi una raccolta di ben 22 suggerimenti di Font per il Matrimonio tra cui scegliere il tuo.

2) Non scrivere Poemi

Le pergamene di Dante sono divertenti solo nella pubblicità di Foxy, nella vita reale ne vorremmo stare tutte alla larga.
Noi italiane/i, infatti, abbiamo questa bellissima tendenza a voler scrivere tutto, ma proprio tutto e poi non contente/i aggiungerci anche qualche descrizione esplicativa. NO! Non si fa!
Indica solo il giusto necessario, potrai dilungarti nelle parole nelle lettere di ringraziamento.

3) Varia la grandezza del font

Cari vecchi monoblocchi: hai presente l'impaginazione dei romanzi? Quella trafila di righe una sopra l'altro tutte uguali tra loro, che se perdi il segno è come perdersi nel labirinto del guardaroba di Paris Hilton?
Ecco, evitiamolo.
Scegli una dimensione un po' più grossa per le parti più importanti della pagina, come i Nomi degli Sposi se si tratta di una Partecipazione di Matrimonio; dimensione medio-grande per il corpo e una piccola per le parti aggiuntive non essenziali.

4)Varia il tipo di font

Un'idea molto carina è anche quella di scegliere caratteri diversi: riprendendo l'esempio delle Partecipazioni, potresti azzardare un carattere più elaborato per i vostri Nomi e qualcosa di più semplice per il resto del testo.
E' proprio così che fanno grafici e designer nel creare le belle pagine di manifesti, giornali e riviste che noi tutte vediamo quotidianamente attorno a noi.

5) La disposizione del testo è fondamentale

Hai presente il monoblocco di cui ti ho parlato poco fa?
Ecco, sta tornando alla ribalta.
Disporre le parti del testo tutte alla stessa distanza e allineamento è l'o/errore della bellezza grafica.
Lascia un po' più di spazio per le parti più importanti del testo, magari disponile al centro in modo da dare loro il massimo risalto.
Scegli la giusta altezza riga per le frasi più corpose ed evita troppe righe di seguito.

Ora sei pronta a creare tu stessa i testi per le tue Nozze; un po' di impegno, qualche pennellata di creatività e riuscirai ad arrivare all'esatto risultato che ti eri prefissata.

Ma prima un ultimo consiglio: non dimenticare di Osare con i Colori! :-D

0 commenti:

Commenta ora - Alle Spose